Domenica 3 marzo il Torre ha fatto visita ai pari età del San Vito. La partita non ha regalato particolari emozioni anche se coach Spangaro ha richiesto, attenzione, disponibilità ad aiutarsi, collaborazioni offensiva ed un giusto atteggiamento nel fare le cose di squadra. Esattamente ciò che dovrebbe essere la normalità da cui partire per fare sport di squadra. Gran parte dei ragazzi hanno seguito il “modus operandi” e i risultati sono stati buoni.

Il primo quarto vede schierati già otto giocatori per trovare la giusta chimica di gruppo e questo frena il ritmo di gioco: Torre comunque riesce a terminare in vantaggio 13 a 21 (7 punti Barbesin e 6 Bertolo) nonostante una dozzina di canestri sbagliati da sotto completamente da liberi. Anche la difesa è apparsa spesso distratta e i punti del San Vito potevano essere maggiori.

Nel secondo quarto, Torre sembra svegliarsi dal torpore individuale e con belle giocate di squadra, trova un parziale importante , 8-18, che porta le squadre all’intervallo lungo sul 21 a 39 per gli ospiti.

Il terzo tempo è ricco di errori di ogni tipo, sia al tiro (parziale 3-8 per Torre) che nell’uso dei fondamentali individuali con l’arbitro Meneguzzi Alberto costretto a fischiare una miriade di infrazioni.

Torre, che dispone di maggiori rotazioni, cerca di tenere alto il ritmo anche negli ultimi minuti di gioco e San Vito non sempre riesce ad arginare le scorribande ospiti. Torre si aggiudica anche l’ultimo parziale (7-20) e il foglio rosa. Finale 39  67.

Prossimo appuntamento mercoledì 13 marzo alle ore 17.30 in via Peruzza dove il Torre ospiterà Sacile per le posizioni nobili in classifica.

San Vito – Torre 39 – 67

(13-21; 8-18; 3-8; 7-20)

Torre: Improta 3, Celik 7, Bertolo 12, Barbesin 14, Salpietro, Moro 2, Antoniolli 7, Simoni 2, Johnson 6, Clark, Tambwe 14. All.re Spangaro