Sabato 11 gennaio, al Palamicheletto di Sacile, il Torre ha giocato contro l’ Humus. A guardare la classifica, il Torre non avrebbe dovuto avere chances di vittoria contro i sacilesi, secondi in graduatoria dietro la Polisigma Zoppola.
Però è sempre il terreno di gioco che determina il vincitore e Torre ha disputato una buona gara e alla fine ha avuto il merito e la soddisfazione di crederci portando a casa i due punti.
Sin dalla palla a due Moschetta e Johnson dimostrano di essere in giornata positiva in attacco e questo permette a tutta la squadra di prendere fiducia. La difesa invece si limita a giocare uno contro uno, senza dare nessun tipo di aiuto a chi viene battuto; se aggiungiamo che sono stati regalati due/tre contropiedi si evince il motivo dei troppi punti subiti nel primo quarto finito 20 a 17 per i locali. Nel secondo quarto è la difesa la vera protagonista del Torre dove, grazie alla collaborazione di tutti, Sacile fatica a mettere punti a referto e si va all’intervallo sul 34 a 33.

Alla ripresa del gioco, Improta segna sei punti consecutivi e la difesa non concede facili canestri, riuscendo a fare ancora meglio del precedente quarto, con soli dieci punti concessi. Sul 44 a 50 con dieci minuti da giocare, Torre vede materializzarsi concretamente la possibilità di vincere. La fisicità di Moschetta e Johnson risulta determinante in entrambe le metà campo di gioco, così come la gestione della palla di Salpietro e Improta che a 1’40” mette a segno una tripla che toglie velleità di recupero all’Humus. Il parziale di 16 a 19 fissa il punteggio finale sul 60 a 69.

Humus Sacile – Torre 60 – 69
(20-17; 14-16; 10-17; 16-19)

Torre: Salpietro 4, Improta 20, Bertolo ne, Celik 3, Moschetta 20, Barro, Antoniolli 3, Simoni 2, Intermite, Bahtiri, Johnson 17, Grizzo. All. Spangaro