Bella vittoria del Torre sul campo del Fiume Veneto domenica 2 febbraio, nella seconda giornata del girone di ritorno. Come all’andata, dove Fiume aveva vinto per due punti, la partita si è giocata tra due squadre che si equivalgono anche se il Torre ha sorpreso i giocatori di casa ad inizio gara. Le alte percentuali al tiro ed una giusta attenzione in difesa, ha permesso ai giocatori di Spangaro di portarsi in vantaggio a fine primo quarto 16 a 30 e all’intervallo 30 a 46 con Moschetta già a quota 20 punti. Il vantaggio ha lasciato anche qualche difficoltà a livello di falli personali con Bertolo, Salpietro e Moro con tre sanzioni a testa ma con un gran lavoro svolto.

Fiume, oltre ad essere ben allenata, dimostra anche di avere carattere e con un terzo parziale di 24 a 15, riduce lo svantaggio a soli sette punti, 54 a 61.
Nel Torre le scelte non sono sempre le migliori in attacco e la squadra ospite vede uscire per raggiunto limite di falli Moro, Salpietro e capitan Bertolo comunque ben sostituiti anche da chi gioca pochi minuti. Però la soglia e l’attenzione rimangono elevate anche se fa capolino la paura di perdere dopo aver sprecato un grosso vantaggio.

Moschetta non incide più in attacco come nel primo tempo ma un sontuoso Johnson prende la squadra per mano segnando 28 dei suoi 41 punti totali nella seconda parte di gara. Fiume però si porta a – 3 ma perde palla sulla rimessa e Torre con un assist ancora di Johnson che manda a canestro Celik ed un tiro libero di Improta, può festeggiare vincendo 77 a 83.

Fiume Veneto – Torre 77 – 83

(16-30; 14-16; 24-15; 23-22)

Torre: Salpietro, Improta 8, Bertolo 6, Celik 4, Moschetta 22, Barro, Intermite, Simoni, Bahtiri, Moro 2, Johnson 41. All. Spangaro